"Scrivere poesie non è difficile.Difficile è viverle.." Charles Bukowsky

sabato 26 ottobre 2013

Gli occhi di Claudia

Ascolto la voce del vento
persa negli accordi melodici
dissipati nel nulla.
Pendono dalle tue  mani
spartiti di suoni sofferenti
 che nascono come origami
 nell'intimo dell'anima.

 Un soffio di  carezza
 emigra nel mio cuore.
Tutto tace nei tuoi occhi.
Sale di lacrime
scendono assolute 
nel destino del  male.
Vorrei morire per rendere
vita a  note altisonanti
che si perdono nell'involucro            
della nostra carne.                                                                  .
Dolenti sillabe
trafitte ad arco nel cielo
chiedono solo amore
in un mare di cenere infinito. 

4 commenti:

  1. Mi ripeto Emilio: stupenda!Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Simo, rispondo un po' in ritardo....ma sempre felice dei tuoi commenti.

      Elimina
  2. Il vento diffonde, con la musica di dolenti note, i sospiri di un animo soffocato dal dolore.E' il tormento di ossessivi richiami d' amore che vanificano la propria voce nel cosmico incontro tra cielo e mare..
    Un abbraccio Enrichetta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. carissima Enrichetta felice e lieto dei tuoi commenti, ...sempre attenti e precisi nel cogliere le sfumature dell'intimo dell'anima.

      Elimina