"Scrivere poesie non è difficile.Difficile è viverle.." Charles Bukowsky

martedì 21 novembre 2017

Inverno



Ho scolpito nel solco di questa via
una rima di solitudine.

L’ho scolpita nell’oscuro silenzio.

Mi ritrovo perso  nel movimento cinetico
di onde marine e cristalli di speranza.

Un riflesso di vita seduce il sogno
che ristagna nell’animo umano
e tutto s’addensa nell’infinito tremore
di una notte gelida di Febbraio.

Cerco quel pudore antico, nostalgico...

Lo cerco tra un confine irreale,
nella dissonanza di un’eco immortale,
nella fragilità della mia esistenza.

Ma tutto impazza nell’immobilità del cuore.

E cosi’ accarezzo le vibrazioni della notte,
le accarezzo lentamente nell’ampio respiro
di due corpi abbracciati sopra nidi di seta.

In silenzio tendo le mie mani.

E come un naufrago perso in mare
asciugo i tuoi occhi colmi di pianto
e m’incammino verso una meta
che mai potra’ descrivere
l’ intima voglia d’amore che brucia
nei nostri incontri nel freddo gelo d’inverno.


-copyright-

1 commento:

  1. Che dire Emilio? Il tuo scrivere è una dolce carezza per l'anima

    RispondiElimina